Michellescrap’s Weblog

everybody must have a fantasy

Taccuino QUOVADIS – MY LOVES – marzo 31, 2009

Filed under: Promotion,Uncategorized — michellescrap @ 8:56 am
Tags:

“Scrivere è un bisogno, scriviamo per lasciare una traccia, un ricordo, per esprimere pensieri e passioni … scriviamo contro l’oblio, per costruire la nostra storia e trasmetterla agli altri

scatolaregalo-12temi1

 

Si apre così la lettera che accompagna l’agendina della QUOVADIS che oggi ho ricevuto in omaggio. E mentre l’aprivo con i mille pensieri e le mille idee che si riversavano nella mia mente riflettevo che, queste parole, erano perfette per descrivere a cosa servano questi quaderni stupendi.

Una piccola premessa. Qualche settimana fa la mia amica Monica che una ne sa e cento ne fa, scrisse un’articolo sul suo blog pubblicizzando questi taccuini e fornendo indicazioni sul come partecipare alla campagna di Test MEMORIAE. Nella mia vita ho sempre comprato i loro taccuini … quindi ho pensato che non potevo non aderire anche io avendo sempre entusiasticamente acquistato i loro prodotti.

Io ho ricevuto il taccuino MY LOVES. E posso dire in tutta tranquillità che la foto non gli rende giustizia. La copertina è di un colore rosso vivo e caldo con un cuore inciso. Al tatto è morbida e piacevole … fa venire voglia di spegnere il mondo per mettersi a scrivere.

memoriae_amour_fermebi1L’interno è suddiviso a capitoli indicizzati come in una rubrica del telefono ed ogni capitolo è facilmente rintracciabile da un’immagine evocativa. La QuoVadis fornisce comunque delle etichette adesive a parte (ben 28!!!), con le quali è possibile personalizzare l’agenda e modificare le titolature dei capitoli e di conseguenza i contenuti.

La carta è come al loro solito di qualità straordinaria … liscia e ideale per la scrittura con penna stilografica che io spesso uso nel prendere appunti.

Perchè ho scelto questo tema?

In realtà li avrei voluti tutti … ma ho scelto questo perchè una delle manie che ho è appuntare poesie, frasi che mi colpiscono e che lasciano tracce nella mia anima … e di dedicarle ai miei amori, MY LOVES che sono mio marito e mio figlio.

L’ho sempre fatto su di un’agenda QUOVADIS … ed ora posso farlo su un taccuino fatto a posta per questo scopo … sembra fatta per me …. grazie QUOVADIS 🙂

”image”

 

How would you do if you knew you could not fail? marzo 19, 2009

Filed under: Art Journal,disegno — michellescrap @ 11:08 am
Tags:

Il mio periodo di crisi creativa continua … è come un ospite non gradito che si è piazzato sul divano, chiacchiera del più e del meno sfiorando livelli di noia da guinness dei primati 😀

Grazie al cielo ogni tanto fa parlare anche me … e da quelle brevi pause esce qualche piccola cosa.

Molto piccola ovviamente … come qualche paginetta dell’Art Journal che sto dedicando a mio figlio.

Qui c’è davvero poco scrap … acquerelli e tempere …  ed è tutto molto molto semplice … di solito io pasticcio molto, incollo di tutto e decoro tutto in maniera quasi ossessiva  … ma questa volta non me la sono sentita … doveva restare tutto così … un po’ bucolico e magico … come in un sogno…. il sogno che rappresenta.

Questa volta la domanda alla quale ho deciso di rispondere è:

How would you do if you knew you could not fail?

(Cosa faresti se avessi la certezza di non poter fallire?)
ajfavole21

 

PS: sul mio balcone è arrivata la primavera … è spuntato un narciso … la cosa che mi ha lasciato stupita e senza parole è che ho sotterrato i bulbi parecchi anni fa … li avevo dimenticati … ed oggi c’è questa piccola meraviglia …
fiore
 

 

”image”

 

Art Journal e bla bla marzo 4, 2009

Filed under: Art Journal,Chiacchiere — michellescrap @ 2:27 pm
Tags:

E’ un po’ che la mia ispirazione si è andata a far benedire … per fortuna che il Photo Hunt mi ha tenuta impegnata 😀

Ma, stranamente, questa volta l’ho presa meno male di quella scorsa. Ormai ho compreso che, per quanto adori fare scrap, a volte occorre una pausa … necessaria per fare dell’altro e ricaricaricarsi le batterie della creatività. La voglia di tagliare e incollare tornerà ne sono sicura.

In compenso ho ripreso tra le mani un vecchio e lussurioso piacere per la mia mente: la lettura. In poco più di due settimane mi sono avidamente letta quasi 4 libri … è come se questi tre anni di astinenza mi abbiano lasciato un’insaziabile fame di parole. Ho riscoperto il piacere di far tardi la sera con un libro tra le mani, il rumore sordo e delicato delle pagine che girano, il lieve ronzio della lampada da lettura che si può sentire solo nel buio  e nel silenzio della notte, l’emozione di una scena di azione che si dipinge nella mente, la tristezza di una perdita, la passione di una scena sensuale … la mia mente è di nuovo piena di fantasia … quella che mi permette di visualizzare e creare una storia senza vedere nulla … e, nonostante desideri ardentemente riprendere in mano carta e colla, mi sento comunque sazia di immaginazione.

Qualche settimana prima di perdere l’ispirazione avevo cominciato l’Art Journal di Emily Falconbridge. Le famose 52 domande alle quali avevo pensato di rispondere. Ma oggi dopo l’ennesima domanda che non mi piace ho deciso di lasciar perdere. O meglio … ho deciso che continuerò ma a modo mio … magari nel futuro capiterà qualche altra domanda interessante e non è escluso che la sviluppi. Ma per le ultime tre ci metto una pietra sopra. Per rispondere dovrei forzarmi e un Art Journal è un diario molto personale che dovrebbe fluire come acqua di un fiume. Concentrarmi a rispondere a delle domande che fondamentalmente non mi appartengono lo fanno diventare una forzatura … ed io non desidero questo dal mio ‘diario’.  Vi mostro solo l’ultima pagina … l’ultima domanda alla quale ho risposto.

Un’ultima cosa … a volte mi faccio scrupoli a pubblicare i miei lavori … a volte le cose che scrivo sui journaling sono molto intime … ma poi alla fine ci ripenso … e dico ma chissene frega … tanto dal mio blog ci passano solo persone alle quali voglio bene … che non mi giudicheranno … che non rideranno … ma leggeranno e basta … magari con un bel sorriso …

pag4

pag4det1

”image”