Michellescrap’s Weblog

everybody must have a fantasy

APPLES …for the school settembre 29, 2008

Filed under: Scrap-Craft — michellescrap @ 1:45 pm

Nell’attesa che la mia cretività scrap rientri dallo sperduto luogo dove si è ritirata per delle sane vacanze vi mostro un piccolo lavoretto … craft? Boh …non so come definirlo … credo sia una cosa a metà tra lo scrap e il puro gioco. 🙂

Tempo fa, a seguito di un piccolo LO dedicato e regalato alle maestre di mio figlio, mi è stato chiesto se ero disponibile a dare una mano nelle attività decorative della scuola. Ovviamente la mia risposta è stata si, accompagnata da un gran sorriso 😀 e occhi luccicanti, e vi assicuro di essermi contenuta …

come si può fare una simile domanda ad una scrapper e non aspettarsi una reazione diversa?

Morale della favola l’altro giorno mi è stato chiesto di progettare un gioco per insegnare i nomi ai bimbi e fare una specie di appello al mattino facendoli divertire.

La base di partenza era un bellissimo albero di legno, dipinto con i colori ad olio, fatto da un falegname amico di una maestra. All’inizio mi è venuto il panico pensando alla mia creatività distesa al sole di qualche sperduto luogo in qualche altra dimensione. Ma poi ho riflettuto che su un albero non potevano che andarci delle mele. 🙂

Ho comprato tanto, tantissimo VELCRO, del feltro ROSSO molto molto spesso, e tanti pezzetti di pannolenci colorato e del cartoncino marrone.

Ho tagliato 26 mele, 26 foglie, 26 piccioli e un numero non quantificato … direi infinito di piccole letterine colorate … oggi ho cominciato a comporre le mele. Mi fanno male le mani, le dita ed ho gli occhi incrociati …. da quanto ho tagliuzzato ….

Una follia … per fortuna una delle mie virtù …  pochissime ma buone, è la pazienza

ed ecco qui il risultato … per ovvi motivi di privasi e autorizzazione alla diffusione delle immagini posso mostrarvi solo la mela di mio figlio … ma vi assicuro che guardarle tutte e 26 è uno spettacolo di colori!

Dietro alla mela ho incollato il velcro … l’altra parte del velcro è sull’albero ….

Il bambino arriva a scuola la mattina e va ad attaccare la sua mela sull’albero

Non è carino???

Appena possibile vi farò vedere l’albero pieno di mele … devo lavorarci per censurare le immagini non autorizzate. E’ BELLISSIMO!!!
”image”

Annunci
 

Chiuso per ferie settembre 24, 2008

Filed under: Chiacchiere — michellescrap @ 1:20 pm

No … non sono io che vado in ferie … ci va la mia mente creativa … anzi … rettifica … da moh che sta in ferie questa qui …

Basta … ci rinuncio. Sono giorni e giorni che vago tra i miei mille progetti e non ne riesco ad iniziare uno.

Vorrei tanto partecipare ad uno swap su ATC Planet … c’è uno swap sulle fate ….

Vorrei tornare a fare i miei LO 30×30 per l’album di mio figlio.

Vorrei fare tante ATC da portare all’hobbyshow.

Vorrei riuscire a fare un mini album per mio marito sul suo amato mare con le sue strepitose foto subacque.

Vorrei partecipare alla sfida di Illy su ScrapFreedom.

Vorrei uscire da questo tunnel in cui mi trovo mio malgrado.

Quindi metto via tutto e la smetto di insistere a voler far qualcosa a tutti i costi.

Mi concentrerò su di loro …. gli amori della mia vita.

… l’ispirazione tornerà…….

      Michelle

 

India settembre 17, 2008

Filed under: atc — michellescrap @ 2:06 pm

Uno dei motivi per i quali mi piace fare ATC è che spesso i temi proposti mi intrigano al punto da spingermi a fare ricerche per fare qualcosa di particolare. Nel caso di culture diverse poi, come in questo caso, riesco a perdere anche delle ore a leggere, guardare, immergermi totalmente in tradizioni che non mi appartengono ma che sono inevitabilmente piene di fascino.

L’India ha tradizioni antiche e sia la sua storia che il suo presente possono fornire un fiume di ispirazione.

Cosa della quale avevo proprio bisogno in questo fosco periodo.

Quindi ringrazio Désirée, guest designer settimanale di ITALY ON SUNDAY che ha indicato questo tema.

Di idee me ne erano venute parecchie e non le ho archiviate definitivamente… le ho solo messe da parte. Probabilmente vedrete altre ATC in tema India prossimamente. Per il momento ecco le mie prime quattro.

Sono 4 Mandala.

Mandala è una parola che in sanscrito significa cerchio o ciclo e che viene comunemente usato per indicare un disegno composto dall’associazione di diverse figure geometriche. Il Mandala rappresenta, secondo i buddhisti, il processo mediante il quale il cosmo si è formato dal suo centro.

I buddhisti riconoscono, però, che i veri Mandala possono essere solamente mentali, le immagini fisiche servono per costruire il vero Mandala che si forma nella mente.

Insomma … per farvela breve ho fatto questi 4 mandala per tentare di recuperare la mia mente finita altrove ultimamente. Devo dire che farli aiuta molto a non pensare e a svuotarsi la mente.


 

L’umanità dov’è andata a finire? settembre 15, 2008

Filed under: Chiacchiere — michellescrap @ 2:01 pm

Oggi mi è stato inviato il testo di uno sconcertante post che potete trovare in orginale a questo link e che vi consiglio di leggere:

BLACK CAT – mamma, webmaster e felide bastarda

Chi maltratta un bambino è indegno di vivere … ma anche chi lo umilia a prescindere dallo stato di salute di quest’ultimo.

A questa mamma va tutta la mia solidarietà. E nel mio piccolo, tutto l’aiuto che riuscirò a darle; incluso scrivere personalmente una lettera di protesta ad servizio clienti del Carrefour di Assago (servizioclienti@carrefour.com).

Vi invito comunque a disertare il CARREFOUR di ASSAGO.

———————————————————-

CA. Gentile Direzione Carrefour di Assago

Mi chiamo Barbara  e sono la mamma orgogliosa di un bambino autistico di quattro anni.

Nel Vostro sito, leggo della Vostra missione e soprattutto del Vostro impegno nel sociale.
La nostra capacità di integrarci con il territorio in cui siamo presenti, di comunicare con le istituzioni locali e di sostenere progetti sociali e associazioni umanitarie si riscontra attraverso azioni concrete:

• Finanziamento della ricerca contro alcune malattie del XXI secolo
• Sostegno alla giornata nazionale indetta dal Banco   Alimentare per la raccolta di generi alimentari
• Sostegno di iniziative umanitarie di vario tipo”

Lasciatemi dire che oggi nel punto vendita di Assago avete sfiorato la discriminazione punibile per legge.

Era previsto un evento che mio figlio aspettava con ansia: il tour delle auto a grandezza reale del film Cars.

Vestito di tutto punto con la sua maglietta di Cars, comprata DA VOI, oggi l’ho portato, emozionatissimo, ad Assago. Vista la posizione di Saetta, ci siamo avvicinati per fare una foto. Click, click, click, bimbo sorridente a lato della macchina. Avevate previsto un fotografo, sui sessant’anni, sembrava un rassicurante nonno con una digitale da 2000 euro, collegata a un pc dove un quarantacinquenne calvo digitalizzava un volantino carinissimo con le foto dei bimbi di fronte a Saetta, stampate all’interno della griglia di un finto giornale d’auto. Una copertina, insomma, che i bimbi chiedevano a gran voce e avrebbero poi incorniciato in una delle costose cornici in vendita nel Vostro reparto bricolage. Chiaramente, il mio biondino, che purtroppo per la sua malattia non parla (ancora), mi ha fatto capire a gesti che gli sarebbe piaciuto. Per quale ragione non farlo? Semplice, lo avrei capito dopo poco.

Attendo il turno di mio figlio, con estrema pazienza, e senza disturbare nessuno. Ci saranno stati una ventina di bambini, non di più. Non cento, una ventina.

Arriva il turno del mio piccolo, e non appena varca la transenna, resta il tempo di ben DUE SECONDI girato verso il suo idolo a grandezza naturale, invece di fissare l’obiettivo del fotografo. Mi abbasso, senza dar fastidio alcuno, scivolo sotto la corda e da davanti, chiedo a mio figlio di girarsi. Il fotografo comincia ad urlare “Muoviti! Non siamo mica tutti qui ad aspettare te” Mio figlio si gira, ma non abbastanza secondo il “professionista”. Gli chiedo “Per favore, anche se non è proprio dritto, gli faccia lo stesso la foto…” “Ma io non ho mica tempo da perdere sa? Lo porti via! Vattene! Avanti un altro, vattene!” Un bambino a lato urla “Oh, mi sa che quello è scemo” e il vostro Omino del Computer, ridendo “Eh, si! Vattene biondino, non puoi star qui a vita!” Mio figlio, che non è SCEMO, non parla ma capisce tutto, sentendosi urlare dal fotografo, da quello che digitalizzava le immagini e dalla claque che questi due individui hanno sollevato ed aizzato, si mette a piangere, deriso ancora dal fotografo che lo fa scendere dal piedistallo di fortuna che avete improvvisato davanti alla macchina, facendolo pure inciampare. A nulla valgono le imbarazzate scuse della guardia giurata,che poco prima aveva tranquillamente familiarizzato con mio figlio. L’umiliazione che è stata data dai Vostri incaricati, che avrebbero dovuto lavorare con i bambini, a un piccolo di quattro anni che ha la sfortuna di avere una sindrome che poco gli fa avere contatto visivo con il resto del mondo e non lo fa parlare, è stata una cosa lacerante. In lacrime, con il torace scosso dai singhiozzi, umiliato, deriso, leso nella propria dignità di bambino non neurotipico. Una signorina, con la Vostra tshirt, mi si è avvicinata per chiedermi cosa fosse successo. Alla mia spiegazione, dopo averle detto che il piccolo aveva una sindrome autistica, mi ha detto “Ma se non è normale non lo deve portare in mezzo alla gente“.

Son stata talmente male da non riuscire a reagire, ho dovuto uscire all’aria aperta, con il bambino piangente, per prendere fiato dopo tanta umiliazione.

Ho pianto. Dal dolore.

Questo è l’articolo 2 comma 4 della legge 67 del 1 Marzo 2006, a tutela dei soggetti portatori di handicap:

-Sono, altresì, considerati come discriminazioni le molestie ovvero quei comportamenti indesiderati, posti in essere per motivi connessi alla disabilità, che violano la dignità e la libertà di una persona con disabilità, ovvero creano un clima di intimidazione, di umiliazione e di ostilità nei suoi confronti.

Vorrei sapere come intendete agire, se con una scrollata di spalle come i Vostri dipendenti, di fronte a un trauma che avete fatto subire ad un bambino che già dalla vita è messo ogni giorno a dura prova.

Manderò questa mail in copia alla segreteria dell’onorevole Carfagna, e alla redazione di Striscia la Notizia , oltre a pubblicarla sul mio sito personale.

Tacere non ha senso, e ancora minor senso hanno le umiliazione che io e mio figlio abbiamo subito oggi.

 

Felicity Wishes settembre 9, 2008

Filed under: atc — michellescrap @ 2:23 pm

E’ davvero un periodaccio per me questo … la mia scrap-ispirazione ha deciso di abbandonarmi; speriamo abbia solo deciso di prolungare le sue vacanze e che ritorni presto 🙂

Per far comunque qualcosa di creativo ho copiato un quadretto per bambini su una ATC. Il tema è Felicity Wishes.

Nel mio girovagare sono capitata sul sito ufficiale FELICITY WISHES e mi è così tanto piaciuto da portare questa deliziosa fatina su una ATC. Se andate a vederlo accendete le casse e ascoltate che simpatico tintinnare di fata accompagna la vostra visita al sito.

Mi ha incantato il tutorial per fare la bacchetta magica. Quando ero bambina adoravo queste cose ed ho sempre desiderato avere una di quelle bacchette con la stellina brilluccicosa sulla punta. Poi nella sezione MAKE A WISH ho letto come esprimere un desiderio con Felicity … se avete delle figlie portatele in questo magico mondo … magico anche per le mamme! 🙂 … e chissà … magari potreste provare ad esperimere un desiderio 😉

Per fare l’ATC ho fatto alcuni esperimenti mescolando tecniche diverse (acquerelli, penna gel, stoffa e plastica).

Ho perfino utilizzato della polvere brillantosa che si usa per decorare le candele. Credevo che la porporina fosse terribile da gestire … ma questa vi assicuro che batte quasiasi porporina. Sembra sul serio polvere di fata e basta davvero un alito di mosca per spargerne nuvole nell’aria.

Non ho ancora deciso cosa ne farò.

Però una mezza idea ce l’ho … e se diventasse la mia prima SCRAP-STELLINA da assegnare a qualcuno?


 

Ce l’ho, ce l’ho … mi manca … settembre 3, 2008

Filed under: atc — michellescrap @ 1:04 pm

Tempo fa avevo cominciato alcune ATC in vista di un swap che pensavo di fare su ATC MONDO … per motivi di tempo, vacanze, montagne di panni da lavare e stirare e varie ed eventuali non sono riuscita a completarle in tempo utile per spedirle alla hostess … morale della favola ora ho parecchie ATC scambiabili. Quindi chi fosse interessata apro subito subito la mia vetrina di scambio.

Cominciamo con il giallo … il tema era I COLORI DELL’ARCOBALENO, il titolo dell’atc è GIALLO. Il fiore l’ho dipinto io a mano… ecco perchè c’ ho messo un secolo a finirle. Ne ho 5 a disposizione ma tenendo conto che una l’ho promessa alla MARCY ne restano 4 a disposizione.

Poi ho una sola copia di questa, collage di mie disegni fatti con le matite acquarellabili:

Infine … ho 5 ATC dal titolo I LOVE TEA. Ne ho 5 ma una è promessa a DADINA quindi, anche in questo caso, ne restano 4.

 

Allora chi fa a scambio di figurine con me??? 😀

Aggiornamento:

  • Giallo 1 – MARCY            
  • Giallo 2 – Dadina          
  • Giallo 3 – Barbara BABO
  • Giallo 4 – Illy                   
  • Giallo 5 – disponibile
  • Love tea 1 – Dadina         
  • Love tea 2 Barbara Babo        
  • Love tea 3 – MARCY            
  • Love tea 4 – Illy                 
  • Love tea  5 – disponibile